Decine di colonnine elettriche montate e senza corrente: così l’elettrico a Roma rimane fermo ai box

colonnineDecine di colonnine montate e senza corrente: così l’elettrico a Roma rimane fermo ai box
Colonnine Enel X pronte, in qualche caso dal 2019, ma incelofanate con emblematico messaggio. Ecco cosa sta succedendo

“Rafforziamo, attraverso questa nuova iniziativa, la presenza in città di punti di ricarica elettrica incentivando l’utilizzo di veicoli a emissione zero. Si tratta di un ulteriore tassello che rientra pienamente nel percorso che Roma Capitale ha avviato in tema di mobilità sostenibile, efficientamento energetico e innovazione. L’elettrico sta diventando rapidamente una realtà e la sua promozione è al centro di politiche e programmi messi in campo in un quadro generale di transizione ecologica. Roma, quindi, diventa modello di riferimento per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile e per la tutela ambientale”. Parole e musica di Virginia Raggi, ormai quasi un mese fa durante la presentazione del nuovo Enel X store di Corso Francia.

Alla vigilia del gran premio di Formula E dell’Eur, le parole della sindaca stridono con quella che appare essere l’ennesima vicenda in cui la burocrazia della Capitale sembra aver avuto la meglio. Centonovanta colonnine Enel X in giro per la città sono infatti piantate e montate, pronte ad entrare in servizio, ma risultano incelofanate con tanto di marchio dell’azienda. Da Pietralata a Torrenova, dall’Eur al centro della città le immagini sono sempre le stesse: il grigio della copertura a nascondere il viola della colonnina. Copertura con una scritta che sa di spiegazione: “Presto sarò attiva aspetto la connesione di…”. A riempire i puntini un foglietto bianco con la scritta Areti, accompagnata dalla data.

Date che in qualche caso si perdono nel 2019, come quella di piazzale 12 ottobre, all’Ostiense, pronta da giugno di ormai due anni fa. Ma cosa succede? Perché una città che nelle parole della sindaca è ” modello di riferimento per il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile e per la tutela ambientale” non riesce a dare corrente alle colonnine? Enel X sul tema si limita a spiegare che quanto di sua competenza è stato fatto e senza aggiungere nulla affida la propria comunicazione alle coperture.

Areti, società del gruppo Acea che si occupa della gestione della rete elettrica, contattata da RomaToday, invece sostiene che per l’allaccio alla rete delle colonnine elettriche di tutti gli operatori è previsto un necessario iter autorizzativo che coinvolge i diversi enti istituzionali per i nulla osta propedeutici all’attivazione. Per quanto riguarda in particolare le colonnine installate da Enel X sul territorio di Roma, oltre la metà di queste è stata già allacciata da Areti alla rete elettrica e risulta attiva. Per i restanti punti di ricarica l’iter autorizzativo è stato avviato da tempo e non appena arriveranno i nulla osta da parte degli enti competenti si potrà procedere all’allaccio e quindi all’attivazione.

Tratto da:
https://www.romatoday.it/politica/acea-enel-x-colonnine.html